Incontro con la poetessa Silvia Salvagnini

Continua con Silvia Salvagnini la rassegna letteraria “Donne e scrittura” promossa da Biblioteca civica e Comune di Belluno, Soroptimist Club Belluno-Feltre e Libreria Tarantola, che si propone la presentazione di giovani scrittrici emergenti.

Alle h. 18.30 di giovedì 17 maggio presso la sede della Libreria Tarantola in via Psaro 13 a Belluno, si svolgerà la presentazione del primo libro “Il seme dell’abbraccio” edito da Bompiani. A condurre la conversazione con l’autrice sarà la giornalista Michela Canova.

Il libro; Versi che raccontano il cammino di una donna che si affida alla vita e all’amore senza filtri.
Non attenti al dove arrivare
al crollo del pietrame
ma pieni di coraggio
di vivere questa vita
anche se sfiorisce/se fatica

“Rivendico il coraggio del mio cuore / il mio cuore capace di osare”: in queste pagine Silvia Salvagnini racconta un cammino, quello di una giovane donna che si affida alla vita e all’amore senza filtri, “più nuda del lampione / con la pelle senza sapone”, e ne scopre la meraviglia e la durezza. Sotto i nostri occhi, come in un romanzo fatto per squarci e illuminazioni, si compone la storia di un amore e del suo sgretolarsi, di una vita che si raccoglie intorno a dettagli quotidiani – il divano, la cipolla da sbucciare, l’orlo di un lenzuolo, la fatica del lavoro in un call center – ma che sempre aspira a un orizzonte più vasto. Sono versi che si impigliano nel dolore, nello smarrimento per la violenza che irrompe tra le pareti di casa, eppure non si polarizzano mai sulla retorica della vittima e del carnefice; parole tese fino ad assumere forme nuove, sempre alla ricerca di uno spazio per la voce femminile, che nasce dal profondo di un corpo che aspira alla gioia. Versi che non rinunciano a cercare un seme da cui ricominciare.  

Programma completo della rassegna: http://biblioteca.comune.belluno.it/2018/05/03/donne-e-scrittura-rassegna-letteraria-di-giovani-scrittrici-emergenti/

I commenti sono chiusi.