Assegno di ricerca sui Diari di Dal Fabbro

Inizia oggi 2 febbraio 2021 il suo lavoro di ricerca Carlo Londero dell’Università di Udine – Dipartimento di studi umanistici e del patrimonio culturale, sul tema “Studio complessivo dei diari 1933-1989 di Beniamino Dal Fabbro con contestuale predisposizione dell’edizione critica”.
L’assegno di ricerca, cofinanziato dal Comune di Belluno con 10.000 euro, prevede uno studio complessivo di questi materiali mano e dattiloscritti inediti dello scrittore bellunese per la durata di un anno.
Londero è un esperto già autore della tesi di laurea sulla poesia di Dal Fabbro, dell’edizione critica di poesie inedite “La luna è vostra” che Dal Fabbro scrisse dal 1969 al 1989 e di diversi altri contributi sull’autore in riviste specialistiche.
L’iniziativa si collega alla presenza dal 2005 – grazie alla donazione della compagna di vita di Dal Fabbro, Gigliola Beratto – nella Biblioteca civica di Belluno del Fondo Beniamino Dal Fabbro (Belluno 1910 – Milano 1989), comprensivo di archivio e biblioteca.
Una volta completata la catalogazione e la digitalizzazione nel 2010 di tutti i documenti della biblioteca d’autore e dell’archivio che lo componevano, la BCB si è impegnata nella costante attività di valorizzazione dell’opera dello scrittore bellunese:
http://biblioteca.comune.belluno.it/…/fondo-beniamino-dal-…/
Intellettuale di ampio respiro Beniamino Dal Fabbro è stato poeta, scrittore, saggista, traduttore dal francese, dall’inglese, dallo spagnolo e dal russo, critico letterario e d’arte, giornalista, musicologo, musicista e ha compiuto anche alcune incisive incursioni del campo delle arti figurative.
I Diari si compongono di 7000-7500 carte, non sono diari personali, ma letterari, trattano di argomenti culturali. Emergono incontri, riflessioni, appunti, rappresentano la memoria storico-letteraria di uno scrittore, sono lo sguardo critico sul mondo culturale che abbraccia il Novecento italiano e Milano allora capitale culturale. Egli vi registra anche gli avvenimenti sociali, politici e letterari ai quali sente di dare spazio per la loro importanza. Il loro studio consentirà molti approfondimenti e aprirà ulteriori percorsi di studio nella cultura italiana.
Una grande opportunità per la BCB questo lavoro di ricerca, che rende strategica la collaborazione di Belluno con l’Università, al fine di instaurare sinergie di studio e progettazione su temi, argomenti e autori bellunesi.

Buon lavoro dott. Londero!

Fondo Beniamino Dal Fabbro: http://biblioteca.comune.belluno.it/…/fondo-beniamino-dal-…/

I commenti sono chiusi.