Fondo Beniamino Dal Fabbro

Beniamino Dal Fabbro (1910-1989), poeta, scrittore, giornalista, critico di musica, letteratura e d’arte, traduttore, pittore, e musicista dispose per testamento che tutto l’archivio personale comprendente libri, corrispondenza, giornali, riviste, articoli, programmi musicali, edizioni musicali, libretti d’opera, fotografie e oggetti vari, fosse destinato alla sua compagna di vita Gigliola Beratto (di cui è possibile vedere un’intervista realizzata nel maggio 2008).
Nel 2005 l’intero archivio denominato “Fondo Beniamino Dal Fabbro” fu da Gigliola Beratto donato al Comune di Belluno, perché fosse conservato presso la Biblioteca civica, a cui fu affidata la catalogazione e la valorizzazione.
Il Fondo è comprensivo di: N. 2905 volumi, n. 3700 spogli di articoli e ritagli di giornale, n. 225 fotografie, n. 413 programmi musicali, n. 603 edizioni musicali, n. 200 libretti d’opera, n. 360 manoscritti (relativi alla raccolta dell’epistolario), n. 65 cd musicali e n. 2 taccuini di viaggio, n. 29 dipinti, n. 162 disegni, n. 437 veline del cosiddetto ‘copialettere’, n. 250 cartoline e n. 77 fotografie e diversi oggetti personali.
Tra il 2005 e il 2010 la gran parte di questi materiali sono stati inventariati e catalogati nel Servizio Bibliotecario Nazionale e sono ora consultabili nel catalogo on-line della Biblioteca, specificando BDF nell’opzione di “Ricerca libera” .
Tutti i documenti contenuti sono invece visualizzabili nella collezione digitale “Fondo Beniamino Dal Fabbro”.